Diario del Mulino



Da kettydo kettydo
 giovedì 25/06/2015

Bebe e Giochi senza Barriere

121 commenti

Mulino Bianco è felice di presentarvi Giochi Senza Barriere, un evento sportivo davvero speciale che quest'anno si svolgerà a Milano, all'Arena Civica, sabato 27 giugno.

Giochi Senza Barriere, giunto alla sue terza edizione, riprende nel concept il grande successo di Giochi Senza Frontiere ed è stato ideato dall’Associazione art4sport ONLUS, nata dalla storia di Bebe (Beatrice Vio).



Quando Bebe aveva 11 anni è stata colpita da una grave malattia che le ha causato l’amputazione dei quattro arti. Con la grinta e la forza che le sono proprie non si è lasciata sopraffare dalla malattia, anzi è tornata a fare ciò che faceva prima, riprendendo a praticare lo sport che è la sua grande passione: la scherma.
Da questa sua esperienza ha tratto linfa art4sport per “promuovere lo sport come terapia fisica e psicologica per bambini e ragazzi con disabilità fisiche e migliorare la qualità della vita di bambini e ragazzi amputati, portatori di protesi di arto attraverso la pratica dell’attività sportiva”.

Oggi Bebe ha 18 anni, dal 2010 è tornata a gareggiare, facendo continui progressi e collezionando successi (ha appena vinto il quarto mondiale di fila ), è Ambassador per Expo e si sta preparando per le Paralimpiadi.

Rispondendo alle nostre domande, ci ha fatto il regalo di raccontarci un po' di sè e del suo entusiasmo per lo sport e per la vita.



Bebe, che cosa rappresenta per te lo sport?

Spesso mi chiedono cos'é lo sport per me ed io faccio sempre un pò fatica a rispondere perché per me lo sport è un sacco di cose. È innanzitutto passione, fatica e sudore ma poi divertimento e soddisfazioni, difficoltà da superare con la forza interiore e l'ingegno. Ma è anche amicizia e condivisione, disciplina ed educazione. Uscire di casa per fare nuove esperienze ed amicizie, conoscere culture diverse dalle nostre. Imparare ed insegnare allo stesso tempo, aiutare ed essere aiutati, spingere ed essere spinti, fare gruppo e dare tutto te stesso per aiutare gli altri, tirando fuori un'energia che neanche pensavi di avere. Insomma lo sport è tutto, è la metafora della vita, anzi è la vita stessa. Ed è per questo che ripeto sempre a me stessa e agli altri fai sport e goditi la vita perchè "La Vita è una Figata!"

Com'è la tua alimentazione quando ti alleni in vista di una gara?
Per fare sport è importante mangiare bene, anche se in realtà io non lo faccio sempre, dovrei stare più attenta. Ora che ho davanti a me l'obiettivo delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 ho cominciato a fare la brava e soprattutto, da quando é iniziato il conto alla rovescia dei -500 giorni a Rio, ho iniziato a mangiare bene (beh, diciamo meglio di prima) ed allenarmi di più. Ora ne mancano circa 450 e mi sembra che il tempo stia volando.

E il giorno della gara, che cosa mangi?
Quando sono in gara la mattina faccio una bella colazione abbondante, con del tè ed un succo, della frutta fresca e magari una fetta di torta o alcuni biscotti (i miei preferiti sono i Pan di Stelle). Poi durante la gara non riesco mai a mangiare, non ne ho il tempo perchè faccio molti incontri e nelle pause vado a fare il tifo per le mie compagne e le mie amiche.

Durante le gare dedichi le pause a sostenere le tue compagne: quanto è importante essere parte di un gruppo?
Per me è fondamentale fare squadra, anche nelle gare individuali. Fare squadra è una delle componenti fondamentali dello sport e della vita. La squadra sono le tue compagne che ti aiutano e ti sostengono, è la tua famiglia con la quale vivi buona parte della tua vita, sono i tuoi amici che sono sempre pronti a darti una mano nei momenti difficili. E tu sei un componente fondamentale della squadra e devi dare tutto te stesso per i tuoi compagni. Più ci si aiuta a vicenda e più forte è la squadra.

Ci racconti com'è nata art4sport?
L'associazione art4sport è nata per aiutare bambini e ragazzi con disabilità a godere della bellezza della vita attraverso lo sport. Oggi sono tanti i ragazzi che vengono seguiti e sostenuti da art4sport e con le loro famiglie formano tutti insieme una splendida squadra.
Nel mulino che vorrei c'è proprio questo, una grande squadra. Fatta di famigliari o amici o compagni che affrontano lo sport e la vita tutti insieme, aiutandosi e sostenendosi, divertendosi e godendo insieme di tutti i risultati che si ottengono, grandi e piccoli che siano.

Bebe e gli atleti di art4sport vi aspettano, insieme a tanti testimonial d’eccezione, sabato 27 giugno all’arena civica di Milano per Giochi senza Barriere!


121 commenti


Inviaci la tua opinione



generic-portrait
Inviato il 04/10/16 13.47

Che soddisfazione e che bravura! Un esempio per tutti i giovani, un orgoglio per la nostra nazione! Complimenti!


generic-portrait
Inviato il 26/09/16 11.23

Complimenti Bebe oltre a essere una bella ragazza sei anche bravissima e grande campionessa.


generic-portrait
Inviato il 21/09/16 16.06

Questa ragazza ha una grande forza e molto carisma. Non la conoscevo prima di queste olimpiadi ma ora tutto parlano di lei. Vorrei sentir parlare e leggere sui giornali molto di più di persone come lei invece di vedere sempre in prima fila vicende di violenza e cattiveria. Viva la voglia di vivere!!!


generic-portrait
Inviato il 20/09/16 21.28

bella persona e grande campionessa


generic-portrait
Inviato il 19/09/16 12.48

bravissima ragazza



    1  2  3  4  5  6  7  8  9    

Il nuovo Pane+cioccolato

Da madre a madre

I Talenti del Mulino

 
 
 

Segui in diretta tutte le Novità

Scopri la nostra pagina Facebook