In primo piano



Il cibo: uno strumento per comunicare con i bambini. Quali atteggiamenti evitare? L'esperto risponde

Sin da piccoli, il cibo è un prezioso strumento per esprimersi e relazionarsi con gli altri.


I bambini vi associano significati differenti per comunicare con gli adulti, che si trasformano con la crescita e la scoperta di nuovi sapori, odori, colori e luoghi. Anche i genitori, con il loro atteggiamento, possono influenzare questi significati ed è quindi importante conoscere qualche piccolo trucco per evitare di trasmettere ai propri bambini dei messaggi “scorretti”.
 
Per esempio, come fare se i vostri figli si rifiutano di mangiare le verdure? Per prima cosa, meglio mettere da parte la “tecnica della ricompensa”. Promettere una fetta di torta per convincerli non è molto utile: sul momento vi accontenteranno ma percepiranno il pasto come qualcosa di sgradevole, che va ricompensato. Meglio essere pazienti e stimolarli gradualmente con l’assaggio di piatti diversi.
 
Allo stesso modo, in generale, cercate di evitare di presentare il cibo come un premio. Se, ad esempio, proponete sempre il gelato in cambio di un bel voto a scuola, il bambino lo percepirà come segno del vostro apprezzamento, un traguardo ambito in sé, e non più legato al suo gusto e appetito.
 
Inoltre, meglio non usare il cibo come compensazione per bloccare le emozioni spiacevoli (es. “Mangia questo cioccolatino, ti farà sentire meglio”). Alla lunga, infatti, potrebbe essere più difficile per il bambino riconoscere le sue emozioni e riuscire ad aprirsi, comunicandole agli altri.

Per finire, cercate di non utilizzare il cibo per scatenare sentimenti di vergogna o colpa: dire che è un “cattivo bambino” perché si rifiuta di finire quello che ha nel piatto, non gli sarà d’aiuto!
 
Tendete a ricadere in errore o vi capita di sbagliare messaggio quando si tratta del rapporto che vostro figlio ha con il cibo? Nulla di male, sbagliare si può. L'importante è correggere la rotta ed evitare di passare al bambino il messaggio che può "usare" il cibo per ottenere ciò che desidera.
 
Aiutatelo invece a seguire i ritmi del suo appetito durante la giornata, affiancandolo nella scoperta quotidiana di nuovi gusti e di nuovi nutrienti. Il momento del pasto è un momento di serenità, di scambio affettivo e di scoperta dei propri gusti… in continua evoluzione!


Lo sapevi che...

Inviaci la tua opinione



generic-portrait
Inviato il 23/06/16 9.55

E' UN ARTICOLO MOLTO INTERESSANTE DA OTTIMI SUGGERIMENTI!


generic-portrait
Inviato il 22/05/15 14.44

condivido e trovo davvero interessante questo articolo


generic-portrait
Inviato il 29/01/15 7.53

Condivido pienamente quanto detto nell'articolo, nel mio lavoro molti genitori mi fanno queste domande, e la risposta che gli do a riguardo è molto simile a questa :-)


generic-portrait
Inviato il 05/06/14 11.40

il problema dei bimbi è che hanno sempre altro da fare quando è ora di mangiare!


generic-portrait
Inviato il 13/01/14 21.47

atricolo davvero interessante!



    1  2  3    

La merenda interattiva

Tuo figlio di che

Merenda è?

Calcola le

giuste Calorie

Mamma

a Merenda

Ricordi di Pane

Racconti dal Tour

I Flauti hanno una nuova ricetta

Fai merenda con i Pan Goccioli