Cerca Prodotti, Promozioni, Idee

Ricerche frequenti

  • biscotti
  • promozioni
  • macine
  • senza glutine
  • Ci sono:

Non hai trovato quello che cerchi?

Invia la tua idea Nel Mulino Che Vorrei. Le più votate potrebbero essere realizzate! Scrivi un'idea

Hai bisogno di parlare con il Mulino

Invia la tua idea Nel Mulino Che Vorrei. Le più votate potrebbero essere realizzate! Faq e Contatti

Piadina fritta: dalla Romagna una ricetta piena di gusto

12'

6'

facile

La ricetta che andremo a preparare insieme è una rivisitazione della tipica piadina, o piada. Vedremo il procedimento per realizzare un’ottima e appetitosa piadina fritta, che andremo a realizzare usando le Piadelle Classiche come base.

Tra le diverse procedure di cottura degli alimenti, bollitura, brasatura, stufatura, al vapore, al forno, alla griglia, la “frittura” è una delle più golose e buone. La croccantezza e il gusto di un fritto ben fatto, qualsiasi tipo di piatto sia, sono davvero sublimi. Lo sapevate? Questo metodo di preparazione è uno dei più “recenti” nella nostra storia e della nostra tradizione.

Nel mondo romano si “friggeva”, certo, ma non tanto in olio extravergine d’oliva, burro, o comunque nel grasso, ma in altri liquidi, come il vino, il miele, l’aceto e l’acqua, purché ad alta temperatura. Allora quando nasce l’usanza vera e propria del “friggere” come la conosciamo oggi? Solo con le invasioni arabe della Spagna e della Sicilia arriva in Europa la tecnica della cottura di verdure, carne e pesce nel grasso bollente. Si pensa però che in Asia, prima ancora degli arabi, questo metodo sia da riconoscere ai cinesi.

Indipendentemente dal recipiente e dall’olio usato, il pregio di ogni frittura sta in un costante controllo della temperatura dell’olio e nella capacità di chi cucina di cogliere il momento in cui la superficie esterna ha raggiunto la croccantezza e la doratura voluta. Rimboccatevi le maniche, indossate il vostro grembiule più bello e preparate questo piatto, buonissimo a pranzo, come merenda, come aperitivo e anche a cena.

Lista ingredienti

per 2 persone

8 fette Prosciutto crudo
80 g Squacquerone
q.b. Olio per friggere
2 Piadelle Classiche
50 g Rucola
Genuino e naturale

Ricetta preparata con...

Piadelle Classiche

Scopri di più

Preparazione

STEP 1 di 5

Iniziate dall’olio

Prendete una padella per friggere, con i bordi abbastanza alti da poter contenere l’olio, una casseruola, o comunque un recipiente adatto alla frittura. Versate l’olio per friggere e mettete tutto sul fuoco.

STEP 2 di 5

Friggere!

Dopo qualche minuto, l’olio dovrebbe essere abbastanza caldo per iniziare a cuocere.
Prendete le vostre Piadelle e adagiatele delicatamente nell’olio bollente. Dopo qualche minuto, servendovi di una pinza, giratele dall’altro lato.

STEP 3 di 5

Ultimate la cottura

Quando le vostre Piadelle saranno dorate e gonfie da entrambi i lati potete tirarle fuori dall’olio. Non servirà tanto tempo, infatti la Piadella è sottile e friggerà velocemente.
Appoggiatele ora su un piatto dove avete precedentemente sistemato della carta assorbente, per togliere il grasso in eccesso.

STEP 4 di 5

Farcite le Piadelle

Una volta che si saranno leggermente raffreddate, iniziate a farcire le vostre piade fritte.
Mettete subito un po’ di squacquerone, senza esagerare, solo per “sporcare” la Piadella.
Fatto ciò, passate al prosciutto crudo e adagiate le fette sullo squacquerone. Aggiungete la rucola poi infine chiudete con un’altra bella dose di squacquerone.

STEP 5 di 5

Servite il piatto

Quando la vostra Piadella sarà pronta e farcita, potete servirla in tavola. Potete gustarla intera, chiudendola in due, oppure potete tagliarla in quattro parti e godervi dei croccanti spicchi gourmet insieme ad amici e familiari! Buon appetito!

Consigli

Come abbiamo detto, per la buona riuscita di questo piatto è importante gestire bene la cottura.
Come capire quando l’olio per friggere è arrivato alla temperatura giusta? Fate una prova! Lasciate andare un pizzico di farina nel vostro olio e guardate la reazione. Se la farina sfrigola e si cuoce subito significa che l’olio è al punto giusto per poter fare le Piadelle.

Un altro accorgimento importante riguarda l’inizio della fase di farcitura. Mettete subito il primo strato di squacquerone, quando le Piadelle sono ancora belle calde, in modo che quest’ultimo possa sciogliersi delicatamente con il calore della pasta appena fritta, garantendo un effetto fresco e cremoso. Allo stesso modo però, non esagerate con la dose finale, se ne mettete troppo infatti la vostra Piadella sarà troppo bagnata e si potrebbe andare a perdere un po’ di croccantezza.

Varianti

Se volete provare delle alternative, potete friggere anche le Piadelle Integrali o le Piadelle Sfogliate.
Lo spessore è simile a quello delle Piadelle Classiche, quindi i tempi e il procedimento della ricetta rimarranno gli stessi. 

Anche nella farcitura potete provare delle varianti interessanti. Scegliete i salumi e formaggi che vi piacciono di più e offrite ai vostri ospiti tanti gusti diversi. Orientarsi verso ingredienti tipici della Romagna come quelli della nostra ricetta è sempre consigliato, ma in cucina sperimentare è bello e divertente. Fate dei tentativi e delle prove, fino ad arrivare alla combinazione perfetta per voi e per i fortunati che potranno assaggiare questa prelibatezza.

Commenta la ricetta

Scrivi i tuoi suggerimenti o la tua opinione sulla ricetta nello spazio qui sotto

+

Potrebbero piacerti anche...

Semplicità, bontà, leggerezza: scopri le ricette che abbiamo scelto per te questa settimana!

Piadelle Integrali

Piadina farcita con zucca

35'
facile
Piadelle Classiche

Piadina con pesce

35'
facile
s