Cerca Prodotti, Promozioni, Idee

Ricerche frequenti

  • biscotti
  • promozioni
  • macine
  • senza glutine
  • Ci sono:

Non hai trovato quello che cerchi?

Invia la tua idea Nel Mulino Che Vorrei. Le più votate potrebbero essere realizzate! Scrivi un'idea

Hai bisogno di parlare con il Mulino

Invia la tua idea Nel Mulino Che Vorrei. Le più votate potrebbero essere realizzate! Faq e Contatti

Uova alla Benedict:

i segreti della ricetta originale

20'

15'

media

Il buono delle uova in una forma saporita e gourmet.

 

 

Presentazione

 

Ormai negli ultimi anni dal mondo anglosassone sono arrivate tantissime ricette golose e sfiziose, che anche in Europa e in Italia hanno incontrato tanta approvazione. Non è più una sorpresa sapere in cosa consiste una ricca colazione salata della cucina americana o inglese, conoscere la tradizione del brunch al posto del pranzo domenicale, ad esempio, o sapere come realizzare e dove mangiare ottimi hamburger e sandwich.

Insomma, le usanze anglosassoni più buone e golose hanno contagiato anche noi.

Una ricetta molto apprezzata all’estero e che sicuramente piace tanto anche in Italia viene direttamente dagli Stati Uniti ed è una prelibatezza molto semplice nella sua composizione, ma davvero squisita. Stiamo parlando delle Uova alla Benedict, un piatto statunitense appunto, dove il protagonista assoluto è l’uovo.

Dette anche uova alla benedettina, questa preparazione si ispira alla tipica colazione all’inglese. Infatti, le uova alla Benedict classiche si presentano con una base croccante di pane tostato, sul quale viene delicatamente adagiato un uovo in camicia, condito poi con una colata di deliziosa e vellutata salsa olandese.

La storia della nascita di questa preparazione, come spesso accade, non è unica e lineare. Esistono diverse leggende sull’origine delle uova alla benedettina. La cosa certa è che si diffusero a macchia d’olio nei ristoranti americani a partire dalla seconda metà dell’800 circa. Tra le storie più accreditate e raccontate c’è quella della signora LeGrand Benedict, che aveva voglia di qualcosa di diverso dai soliti piatti, voleva essere stupita, e per questo ordinò questa variante delle classiche uova con bacon per distaccarsi dal menù standard proposto dal ristorante Delmonico’s Restaurant di New York.

Un altro leggendario aneddoto riguarda il broker Lemuel Benedict. Siamo sempre a New York, e si racconta che una mattina si presentò al ristorante del Waldorf Hotel chiedendo una sostanziosa colazione, che fu lui stesso a comporre! Proprio così, con estro e fantasia, dando vita alle uova alla benedettina così come le conosciamo oggi.

Il bello di questa ricetta? Oltre alla valorizzazione dell’uovo e al gioco di consistenze che si crea con il pane croccante, la cosa interessante è che si possono aggiungere tanti ingredienti buonissimi, fare molte varianti e realizzare ogni volta una versione diversa. Se volete offrire ai vostri amici o ai vostri familiari qualcosa di nuovo ogni volta che si siedono a tavola a merenda, a pranzo o per il brunch, le uova alla benedettina sono una soluzione buona e intelligente. Potete passare da abbinamenti con la carne, usando prosciutto e bacon, ad accostamenti con il pesce, come il salmone affumicato o il carpaccio di spada. Il tutto accompagnato da salse classiche o un po’ sperimentali, anche a seconda dei vostri gusti, e volendo da alcune verdure fresche o cotte, come asparagi o spinaci.

La parte più sfidante nella preparazione è la realizzazione delle uova in camicia, che potrebbero non venire al meglio al primo colpo. Se non siete esperti, se è la prima volta che provate a cucinarle, sarà normale provare a farle due o tre volte prima di riuscire a raggiungere il risultato perfetto.

È il momento di mettersi ai fornelli e realizzare questa buonissima ricetta. Seguite tutti i passaggi del procedimento e divertitevi con questa ricetta semplice ed originale. Andremo a preparare il pane, l’uovo e la salsa di accompagnamento, con l’aggiunta poi di altri ingredienti per arricchire il tutto.

Lista ingredienti

per 2 persone

q.b. Sale fino
q.b. Pepe nero
20 g Aceto di vino bianco
4 fette Bacon
125 g Burro chiarificato
q.b. Insalata misticanza
4 fette Pan Bauletto Bianco o Pancarrè Mulino Bianco
1 Pomodoro ramato
2 Uova
q.b. Erba cipollina
10 g Scalogno
½ Succo di limone
2 Tuorli d'uovo
Genuino e naturale

Ricetta preparata con...

Pan Bauletto Bianco

Scopri di più

Preparazione

STEP 1 di 6

Preparate la salsa olandese

Per preparare le uova alla benedettina cominciate dalla salsa olandese. Prendete il burro chiarificato, scioglietelo in un pentolino o nel microonde e tenetelo da parte. Con uno coltellino a lama liscia tritate finemente lo scalogno. In un pentolino poi versate l’aceto, l’acqua, il pepe in grani e lo scalogno e fate bollire il tutto.

STEP 2 di 6

Iniziate a montare la salsa

Filtrate poi il liquido che avete fatto bollire, trasferendolo in una casseruola a bagnomaria, assicurandovi che l'acqua nel recipiente non tocchi la ciotola. Aggiungete anche i tuorli nella stessa casseruola e aiutandovi con una frusta sbattete il composto, costantemente, a fuoco moderato. Aggiustate di sale e continuate a sbattere le uova finché non si saranno addensate.

STEP 3 di 6

Ultimate la salsa

Ora unite il burro chiarificato a filo, avendo cura di continuare a sbattere costantemente, finché tutto il burro non sarà incorporato e la salsa risulterà “montata”. Serviranno circa 6 minuti di lavoro. A questo punto togliete la casseruola dal fuoco e aggiungete il succo di limone. Mettete poi da parte la salsa in una ciotola a temperatura ambiente.

STEP 4 di 6

Pane e bacon!

Prendete le fette di pane trasferitele su una teglia e aggiungete un filo d’olio. Lasciate tostare il pane in forno statico a 180° per circa 4 minuti, finché non sarà dorato. Potete anche mettere una padella sul fuoco e fare il pane tostato in padella. Infilzate poi il bacon con gli spiedini e passateli nel forno caldo a 220° per 5 minuti, così otterrete delle fette di bacon croccanti e ondulate. Infine, tritate finemente l’erba cipollina e mettetela in una ciotolina.

STEP 5 di 6

Passate all’uovo in camicia

È arrivato il momento: dedicatevi alla cottura delle uova. In una pentola versate l’acqua e l’aceto, ponetela a scaldare e, nel frattempo, rompete l'uovo in una ciotolina a parte, facendo attenzione a non danneggiare il tuorlo. Una volta che l'acqua avrà raggiunto il bollore, mescolate con un cucchiaio di legno per creare un vortice, al centro del quale verserete l'uovo intero. Attendete che l’uovo emerga leggermente e, muniti di un cucchiaio, rigirate delicatamente l’albume ad avvolgete l’uovo stesso.

STEP 6 di 6

Ultimate il piatto

Attendete un paio di minuti, poi tirate su l’uovo con una schiumarola, poggiatelo su un piatto e ripetete la stessa operazione per le uova che vi occorrono. Ora componete i vostri deliziosi piatti: adagiate su un piatto un crostino di pane tostato alla base sulla quale andrete a riporre delle foglie di misticanza, una fetta di pomodoro, una fetta di baconl’uovo in camicia e una gustosa colata di salsa olandese. Aggiungete infine l’erba cipollina triata e aggiustate di sale e pepe nero se occorre. Una vera delizia!

Consigli

Come detto, la cottura dell’uovo in camicia è un momento delicato nella realizzazione di questa ricetta, ma anche la salsa olandese non è banale e scontata nella sua preparazione perché, come gran parte delle salse montate, tende ad “impazzire”. È possibile utilizzare una frusta elettrica per sbattere il composto in modo più costante. Se non disponete di una casseruola con bagnomaria incorporata (e quindi procederete con una cottura classica a bagnomaria), è importante che la base della ciotola contenente i tuorli d’uovo non tocchi mai l’acqua bollente altrimenti si rischia di cuocerli.

Ecco un consiglio importante: consumate al momento le uova alla benedettina, conservarle non è l’ideale. La salsa olandese invece può essere conservata in frigorifero per un giorno. Se vi piace, abbinate a questo piatto della buona birra fresca, si sposa perfettamente con il suo gusto e la sua consistenza.

Varianti

Si possono realizzare tante varianti differenti di questa ricetta. Al posto del bacon potete usare una bella fetta di prosciutto, cotto o crudo, oppure altre proteine, come quelle del pesce o dei formaggi in aggiunta al vostro toast e al vostro uovo. Usate la fantasia! Anche tra le verdure potete variare, aggiungendo ad esempio l’avocado, per rendere il tutto ancora più “gourmet”.

Se cucinate il piatto per un brunch, potete servire insieme all’uovo alla Benedict tutto quello che volete, da un classico latte e biscotti, ai muffin, al caffè americano, insieme ad altri succhi e bevande di frutta.

Commenta la ricetta

Scrivi i tuoi suggerimenti o la tua opinione sulla ricetta nello spazio qui sotto

+

Potrebbero piacerti anche...

Semplicità, bontà, leggerezza: scopri le ricette che abbiamo scelto per te questa settimana!

Pan Bauletto Bianco

Croque monsieur

27'
facile
Pan Bauletto al Grano Duro

Panino con Pastrami

14'
facile
Gran Cuor di Pane

Monte Cristo Sandwich

20'
facile
s